RSS

Prossimi Battesimi a Misterbianco

battesimo acquaDio volendo Domenica 13 Aprile 2014 presso il locale di culto della chiesa evangelica di Misterbianco, sito in via Galliano n° 13, alle ore 10:30 si svolgeranno dei battesimi. La chiesa svolgerà il culto al Signore e successivamente una agape fraterna. Che Dio possa benedirci e far si che molti, in quella giornata, possano appressarsi a Lui ed essere salvati.

Aggiornamento del 14/04/2014 :

Ecco alcune foto :

Battesimo Salvo 1

Battesimo Salvo 2

Battesimo Salvo 3

Battesimo Salvo 4

Salvatore Larizza

 
 

Battesimi svolti a Palermo il 10 Novembre 2013

Il 10 Novembre 2013 la chiesa di Augusta ha partecipato a dei battesimi svoltisi a Palermo. In quella giornata, oltre alla chiesa di Augusta e di Palermo, sono stati presenti anche altri fratelli da diverse zone della Sicilia, tra cui Misterbianco, Messina e Agrigento. Si sono battezzate 4 sorelle : Angela e Anna (sorelle di Palermo), Maria e Alessia (sorelle di Misterbianco). Iddio ci ha grandemente benedetti, e ci ha fatti rallegrare insieme.

Alcune foto di quella giornata :

riunione battesimi

battesimo Angela

battesimo Anna

battesimo Maria

battesimo Alessia

foto di gruppo a Palermo

foto di gruppo a Palermo 2

 

Salvatore Larizza

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 01/12/2013 in Info

 

Tag: , , , , , , ,

Apertura locale di culto a Misterbianco

Dio volendo, Domenica 13 Ottobre 2013 sarà aperto a Misterbianco (Ct) in via Galliano 13, un locale che servirà come luogo di incontro per la chiesa del Signore, ove svolgere i vari servizi resi a Dio, quali il culto e la preghiera. Il servizio di culto di Domenica inizierà alle ore 10:30. Per qualsiasi informazione contattate il numero 3319117998 (Giuseppe). Qui di seguito delle foto del locale :

s3 024

s3 025

s3 026

s3 028

Aggiornamento del 13 Ottobre 2013 :

Ringraziamo Iddio per come ci abbia benedetti in questo giorno. E’ nostro desiderio che le genti ascoltino il messaggio dell’evangelo, e per questo Lo preghiamo affinchè ci possa aprire una porta per la Parola anche a Misterbianco, per poter esporre con franchezza il mistero di Cristo.

Alcune foto di questa giornata :

inaugurazione luogo di culto 036 inaugurazione luogo di culto 008 inaugurazione luogo di culto 009 inaugurazione luogo di culto 014

Salvatore Larizza

 
4 commenti

Pubblicato da su 08/10/2013 in Uncategorized

 

Visita ricevuta da parte dei fratelli di Catania

Giorno 22 Settembre 2013 abbiamo ricevuto una visita da un gruppo di fratelli di Catania. Abbiamo offerto il culto a Dio e insieme ci siamo rallegrati nel Signore. Ecco alcune foto di quel giorno :

DSC09040

DSC09043

Salvatore Larizza

 

Tag: , ,

La casa di Dio

universo“L’Iddio che ha fatto il mondo e tutte le cose che sono in esso, essendo Signore del cielo e della terra, non abita in templi fatti d’opera di mano” (Atti 17:24)

 L’Iddio che ha creato ogni cosa, i cieli, la terra e ogni cosa che in essa è contenuta non abita in templi fatti da mano d’uomo. Salomone, uomo a cui Dio diede una grande sapienza, ed una grandissima intelligenza e una mente vasta com’è la rena che sta sulla riva del mare, dopo che terminò di costruire una casa per il nome dell’Eterno ebbe a dire : “Ma è egli proprio vero che Dio abiti cogli uomini sulla terra? Ecco, i cieli e i cieli de’ cieli non ti posson contenere; quanto meno questa casa che io ho costruita!” (2Cronache 6:18). Nonostante ciò, la Scrittura attesta però che Egli ha una casa, e la sua casa siamo noi, noi che abbiam creduto nel suo figliuolo Gesù Cristo e siamo stati strappati dal presente secolo malvagio, a lode della sua gloria. Dunque fratelli, siamo la Sua casa, siamo il Suo tempio santo, siamo quell’edificio che ha da servire di dimora a Dio per lo Spirito. Glorifichiamo e rendiamo grazie a Dio per l’averci messi in grado di partecipare alla sorte dei santi nella luce, facendoci diventare la Sua dimora.

Accostandovi a lui, pietra vivente, riprovata bensì dagli uomini ma innanzi a Dio eletta e preziosa, anche voi, come pietre viventi, siete edificati qual casa spirituale, per esser un sacerdozio santo per offrire sacrificî spirituali, accettevoli a Dio per mezzo di Gesù Cristo. (1Pietro 2:4-5)
Salvatore Larizza

 

Tag: , , , , ,

La sottomissione alle autorità

autorità massimaQualsiasi autorità terrena và disubbidita qualora quest’ultima ci comandi di fare qualcosa che vada contro la Parola di Dio. Siano Pastori, anziani, polizia o carabinieri, non importa di che tipo di autorità si tratti, l’ubbidienza agli uomini fratelli è NEL Signore. Lo stesso fratelli vale nel caso tra figlio e genitori (cfr. Colossesi 3:20), servo e padrone (cfr. Efesini 6:5), moglie e marito, ad esempio in quest’ultimo caso, nonostante la Bibbia affermi che il capo della moglie sia il marito (cfr. Efesini 5:23), qualora l’uomo comandi alla donna di fare qualsiasi cosa che vada contro la Parola di Dio, la donna non deve stargli sottomessa; poiché in tutti questi casi fratelli bisogna ubbidire a DIO piuttosto che agli UOMINI. Nessuno vi seduca con vani ragionamenti.

Salvatore Larizza

 

Tag: , , , , , , , ,

La salvezza appartiene all’Eterno

scala-cielo‘Poiché Egli dice a Mosè: Io avrò mercé di chi avrò mercé, e avrò compassione di chi avrò compassione. Non dipende dunque né da chi vuole né da chi corre, ma da Dio che fa misericordia.’ (Romani 9:15-16)

Sia ringraziato Iddio che ha avuto mercè e compassione di noi.
Sia ringraziato Iddio che ha operato in noi il volere e l’operare secondo la sua benevolenza (cfr. Filippesi 2:13).
Sia ringraziato Iddio che ci ha attirati a Cristo Gesù per essere salvati e ci ha rivelato in Gesù il Cristo (cfr. Giovanni 6:44; Matteo 16:16).
E questo perchè non è dipeso dalla nostra volontà nè dalla volontà di coloro che hanno ‘corso’ ad annunciarci l’evangelo; ma è dipeso da Dio che ha voluto farci misericordia.
E’ dipeso da Dio che ha mutato in noi il volere e l’operare.
E’ dipeso da Dio anche il fatto che siamo andati a Gesù e che Lo abbiamo riconosciuto come il Cristo, il Messia, il nostro Salvatore e Signore.
Dunque se riconosciamo che la salvezza risiede nella volontà di Dio abbiam motivo e ragione di ringraziarLo con tutto il nostro cuore; ma se affermiamo che siamo salvati per la nostra volontà e allora faremo bene a ringraziare noi stessi; o quanto meno a volgere una parte del ringraziamento a noi stessi. Oh, lungi da noi un simile pensiero! Dio ha scelto proprio le cose deboli per svergognare le forti, le cose che non sono per svergognare quelle che sono, affinché il vanto sia escluso e affinché la gloria, il ringraziamento e la lode vadano interamente a Dio e al suo Cristo (cfr. 1Corinzi 1:26-31). L’uomo non potrà giammai dire ‘la mia mano è stata quella che m’ha salvato’, proprio come non poterono dirlo Gedeone e i 300 con lui (cfr. Giudici 7:2).

A Dio dunque che ci ha messi in grado di partecipare alla sorte dei santi nella luce e che ci ha riscattati dalla mano dell’avversario e ci ha trasportati nel regno del Suo amato figliuolo sia la gloria, la maestà, l’imperio ne’ secoli dei secoli. Amen.

Salvatore Larizza

 

 

Tag: , , , , , , ,

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.