RSS

Archivio mensile:agosto 2013

La salvezza appartiene all’Eterno

scala-cielo‘Poiché Egli dice a Mosè: Io avrò mercé di chi avrò mercé, e avrò compassione di chi avrò compassione. Non dipende dunque né da chi vuole né da chi corre, ma da Dio che fa misericordia.’ (Romani 9:15-16)

Sia ringraziato Iddio che ha avuto mercè e compassione di noi.
Sia ringraziato Iddio che ha operato in noi il volere e l’operare secondo la sua benevolenza (cfr. Filippesi 2:13).
Sia ringraziato Iddio che ci ha attirati a Cristo Gesù per essere salvati e ci ha rivelato in Gesù il Cristo (cfr. Giovanni 6:44; Matteo 16:16).
E questo perchè non è dipeso dalla nostra volontà nè dalla volontà di coloro che hanno ‘corso’ ad annunciarci l’evangelo; ma è dipeso da Dio che ha voluto farci misericordia.
E’ dipeso da Dio che ha mutato in noi il volere e l’operare.
E’ dipeso da Dio anche il fatto che siamo andati a Gesù e che Lo abbiamo riconosciuto come il Cristo, il Messia, il nostro Salvatore e Signore.
Dunque se riconosciamo che la salvezza risiede nella volontà di Dio abbiam motivo e ragione di ringraziarLo con tutto il nostro cuore; ma se affermiamo che siamo salvati per la nostra volontà e allora faremo bene a ringraziare noi stessi; o quanto meno a volgere una parte del ringraziamento a noi stessi. Oh, lungi da noi un simile pensiero! Dio ha scelto proprio le cose deboli per svergognare le forti, le cose che non sono per svergognare quelle che sono, affinché il vanto sia escluso e affinché la gloria, il ringraziamento e la lode vadano interamente a Dio e al suo Cristo (cfr. 1Corinzi 1:26-31). L’uomo non potrà giammai dire ‘la mia mano è stata quella che m’ha salvato’, proprio come non poterono dirlo Gedeone e i 300 con lui (cfr. Giudici 7:2).

A Dio dunque che ci ha messi in grado di partecipare alla sorte dei santi nella luce e che ci ha riscattati dalla mano dell’avversario e ci ha trasportati nel regno del Suo amato figliuolo sia la gloria, la maestà, l’imperio ne’ secoli dei secoli. Amen.

Salvatore Larizza

 

 

Tag: , , , , , , ,

Visita ricevuta da parte di 5 fratelli in Cristo

Domenica 11 Agosto abbiamo ricevuto la visita da parte di 5 cari fratelli, i fratelli Haiaty Varotto, Enrico Maria Palumbo, Gian Michele Tinnirello, Salvatore Lopes e Stefano Sambataro (è stata presente con noi anche la madre del fratello Stefano). Abbiamo insieme offerto il culto al Signore, e trascorso insieme l’intera giornata. Qui di seguito alcune foto :

Foto fratelli 1

Foto fratelli 2

Foto fratelli 3

‘Ecco, quant’è buono e quant’è piacevole che fratelli dimorino assieme!’ (Salmi 133:1) 

Salvatore Larizza

 

Tag: , , , , , ,

La prosperità degli empi è solo un’illusione

braccia-verso-i-l-cieloLa prosperità degli empi è solo un’illusione ed una vana apparenza, essi periranno insieme alle loro ricchezze ingiuste; ma noi, che serviamo il Signore, quantunque poveri siamo ricchi, poichè abbiamo un tesoro eterno ne’ cieli, un tesoro ben fondato.
Non riguardate a coloro che operano malvagiamente, quantunque prosperino; considerate la fine di costoro. Non portate invidia agli orgogliosi e non vi crucciate a motivo dei malvagi; la loro fine è la perdizione. Mirate invece al cielo e considerate la fine che spetta a voi, voi che amate e servite il Signore, e rallegratevi del continuo, poichè il vostro nome è scritto ne’ cieli. La vostra fine è la gioia eterna.

‘La mia carne e il mio cuore posson venir meno,
ma Dio è la ròcca del mio cuore e la mia parte in eterno.’ (Salmi 73:26)

Salvatore Larizza

 

Tag: , , , , , , , ,